Cantantibus Organis Estate 2018

Eccoci oramai giunti alla quinta edizione della Rassegna Cantantibus Organis, che tradizionalmente ormai si svolge a Barberino sia nel mese di giugno che intorno al Natale. La disponibilità dell’amico Roberto Marcori, che oggi si concretizza nell’attività della Fondazione Ada Cullino Marcori Onlus costituita lo scorso 21 Febbraio, sostiene la nostra Rassegna, ormai viva fiamma che, con l’arte e la cultura, illumina il nostro territorio.
Quest’anno proponiamo due concerti, dove accanto all’organo è protagonista ancora una volta la voce.
Il 7 giugno ospiteremo un evento eccezionale. Infatti il concerto sarà interamente dedicato alla musica di Johann Sebastian Bach: sarà coinvolto un organico importante (coro, orchestra ed organo diretti dal m° Umberto Cerini) e, accanto a deliziose composizioni organistiche che risuoneranno dall’organo Paoli, avremo modo di ascoltare sontuose pagine corali del grande Bach, che faranno riecheggiare tutta la potenza e l’espressività che la musica sacra può dare. L’eccezionalità dell’evento è anche data dal fatto che il concerto è il coronamento di un percorso formativo promosso dall’Istituto Diocesano di Musica Sacra di Firenze, che ha visto coinvolti tanto amatori quanto studenti di musica che si sono cimentati in questo repertorio; un concerto dunque che, anche su questo fronte, ben si affianca ai principi di valorizzazione e diffusione del patrimonio artistico e culturale propri della Fondazione Ada Cullino Marcori Onlus, e ai quali mi sento anche personalmente legato.
Il 21 giugno dalla cantoria dell’organo Paoli scenderanno dolci armonie realizzate dalle voci dei soprani Francesca Bizzarri e Linda Scaramelli, che ci daranno uno spaccato dell’immenso repertorio barocco di musica sacra per due soprani, un repertorio dove le voci sole sono chiamate ora a rappresentare sentimenti dolci di devozione ora a slanciarsi in virtuosismi di gioia e di esultanza.
Ancora dunque una proposta varia, che ci onora e ci permette di vivere un momento di intenso valore musicale e quindi culturale.
Ringrazio l’amico Roberto che, in memoria della cara Mamma Ada, in maniera costante ci sostiene per rendere possibile queste varie proposte. È questo un modo concreto per beneficiare anche nella nostra comunità della squisita sensibilità per la formazione culturale che Roberto ha ereditato dalla cara mamma e che in sua memoria offre anche a noi con questa ennesima proposta di valore.

Il Pievano
Don Stefano Ulivi

PROGRAMMA

7 giugno 2018 – ore 21.00

Komm, Heiliger Geist

Pagine di musica sacra di Johann Sebastian Bach

 

Johann Sebastian Bach (1685-1750)

 

– Fantasia super: Komm, heiliger Geist BWV 651
– Corale “Komm, Heiliger Geist”
(dalla Cantata BWV 59)
– Concerto
(dalla Cantata BWV 142, originale di Johann Kuhnau?)
– Missa in La min. BWV Anh 24
(originale di Johann Christoph Pez)
– Komm, Gott Schöpfer, heiliger Geist BWV 667
– Sinfonia
(dalla Cantata BWV 156)
– Kyrie BWV 233a
– Liebster Jesu, wir sind hier BWV 706
– Sinfonia
(dalla Cantata BWV 196)
– Also hat Gott die Welt geliebt
(coro dalla Cantata BWV 68)
– Vater unser im Himmelreich BWV 737
– Wer an ihn gläubet
(coro finale della Cantata BWV 68)

 

 

ENSEMBLE CAPRICCIO ARMONICO, coro guido (Gianni Mini, direttore)
ENSEMBLE ETRURIA BAROCCA, (Dimitri Betti, maestro concertatore)
SIMONE STELLA, organo
UMBERTO CERINI, direttore

21 giugno 2018 – ore 21.00

“Á Doi Canti”

Musica sacra per due soprani e organo tra XVII e XVIII secolo

 

Friedrich Wilhelm Zachow (1663-1712)
Preludio e Fuga in Fa magg.


Giacomo Carissimi (1605-1674)
Cantabo Domino
mottetto a due soprani e b.c.


Bernardo Pasquini (1637-1710)
Toccata ad istanza del Melani


Alessandro Melani (1639-1703)
Salve superum Regina (per la Madonna Santissima)
mottetto a due soprani e b.c.


Johann Joseph Fux (1660-1741)
Sonata Septima in re min.
Allegro
(Andante)
Presto


Antonio Caldara (1670-1736)
Caro mea
mottetto a due soprani e b.c.


Georg Friedrich Händel (1685-1759)
Preludio e Fuga in Do magg.


François Couperin (1668-1733)
Laetentur coeli, Motet de Saint-Barthélemy
a due soprani e b.c.

 

 

FRANCESCA BIZZARRI, soprano
LINDA SCARAMELLI,
soprano
UMBERTO CERINI, organo

I MUSICISTI
ENSEMBLE  CAPRICCIO ARMONICO

L’Ensemble vocale Capriccio Armonico si costituisce nel 2006 sotto la guida del Maestro Gianni Mini. Composto da artisti e studiosi di musica e canto, si avvicina dapprima all’approfondimento della musica rinascimentale e barocca profana per proseguire poi con quella sacra, proponendo esecuzioni di C. Monteverdi, A. Caldara, M. Charpentier, Lotti, A.Vivaldi e D. Buxtehude e spaziando da madrigali a mottetti, da opere barocche a oratori.

Nel 2008 l’Ensemble partecipa al prestigioso concorso ‘Torneo Internazionale di Musica – T.I.M.’ dove si confronta con formazioni provenienti da tutta Europa proponendo lo Stabat Mater di Caldara e qualificandosi fino ai quarti di finale.
Ha portato avanti interessanti collaborazioni con altre formazioni quali la Corale Santa Cecilia di Borgo San Lorenzo, con la quale nel 2011 è stato eseguito il Magnificat di Bach e il Miserere di Bartolucci (alla presenza dell’Autore recentemente scomparso) mentre nel dicembre 2013 ha collaborato con il Coro Città di Firenze eseguendo Requiem di Mozart con orchestra. Nel 2013 l’Ensemble Capriccio Armonico ha presentato lo spettacolo “Musica e parola: due linguaggi, infinite emozioni” nel quale venivano proposti brani musicali e recitati, con collaborazioni di attori e ballerini: lo spettacolo è stato proposto in varie location, alcune anche insolite, quale il Museo del Cassero di Montevarchi.
Con la formazione femminile l’Ensemble Capriccio Armonico ha eseguito in numerosi ed applauditi concerti lo Stabat Mater di G.B Pergolesi. Nell’aprile 2014 l’Ensemble ha presentato la Petite Messe Solennelle di Rossini riscuotendo unanimi consensi sia dal pubblico che dalla critica. Ha inoltre eseguito nella Basilica di San Lorenzo a Firenze la Messa in Re magg kv 194 di Mozart sotto la direzione del M° Mario Ruffini in occasione delle solenni celebrazioni per l’inaugurazione del nuovo anno 2015 durante una Messa presieduta dal Cardinale Giuseppe Betori. Nel corso del 2015 ha iniziato una proficua collaborazione con i M° Federico Bardazzi e Samuele Lastrucci, sotto la cui direzione ha eseguito il “Messiah” di Händel, accompagnato dall’Ensemble San Felice proponendolo all’interno del Vinci Baroque Festival.
Guidato da Samuele Lastrucci, nel Giugno del 2016 il Capriccio Armonico ha eseguito il Magnificat di Bach accompagnato dall’Orchestra del Da Vinci Baroque Festival.
Ha in programma l’esecuzione della Petite Messe Solenelle sotto la direzione di Federico Bardazzi in due importanti appuntamenti a Firenze ed a Pisa.
ENSEMBLE ETRURIA BAROCCA

L’Ensemble Etruria Barocca, fondato nel 2012, è un gruppo vocale e strumentale di musica barocca e galante dedito alla ricerca ed esecuzione di lavori di autori meno conosciuti del panorama musicale antico ed è formato da professionisti e giovani studenti provenienti da Austria, Spagna e Italia.

Dal 2016 è uno degli ospiti fissi del Da Vinci Baroque Festival dove si è esibito con il controtenore Filippo Mineccia e in una produzione de Il Trionfo del Tempo e del Disinganno di G.F. Händel, oltre ad essersi esibito in festival di Liguria e Toscana tra cui il Festival inCanto Armonico con le Leçons de Tenebres di F. Couperin e la stagione degli Amici della Musica di Viareggio-Versilia.

Nel 2018 è Ensemble in residence del corso formativo “Der Geist von Bach”, in collaborazione con l’Istituto Diocesano di Musica Sacra di Firenze.

DIMITRI BETTI

Dopo la Laurea in Tastiere Antiche presso il Conservatorio “Giacomo Puccini” di La Spezia sotto la guida di V. Ermacora, si è specializzato in Tastiere Storiche con E. Traxler e D. Börner presso il Konservatorium der Stadt Wien (Vienna).

Attualmente frequenta il Biennio di Clavicembalo con A. Fedi, A. Clemente e A. Perugi presso il Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze. Si è perfezionato con E. Gatti, R. Egarr, B. Van Asperen e C. Rousset. Nel 2017 ha vinto una borsa di studio presso la Weimarer Bachkantaten Akademie e si è esibito per la Thüringer Bachwochen (Thomaskirche, Lipsia) sotto la direzione di H. Rilling.

Ha suonato come solista insieme ai Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino, ha diretto il Coro e l’Ensemble Barocco del Conservatorio della Spezia e ha collaborato con l’Orchestra da Camera Fiorentina, il Rossignolo, l’Accademia di Santo Spirito di Ferrara con R. Loreggian, la International Joint Orchestra Japan e la Schola Cantorum S. Stefano di Genova, esibendosi nel cartellone del Maggio Musicale Fiorentino 2018. Con l’Ensemble San Felice diretto da F. Bardazzi si è esibito presso la Stagione Lirica del Teatro Verdi di Pisa, la rassegna O Flos Colende di Firenze e il Ravenna Festival. Attualmente è Assistente dei corsi di Musica Medievale del Conservatorio di La Spezia, Assistente dei corsi di Musica Barocca del Conservatorio Superior de Musica da Coruña (Spagna) ed è stato Assistente di L. Pianca presso il Conservatorio della Svizzera Italiana di Lugano.

Dal 2016 è Maestro di Capella della Pieve di San Pietro Ad Mensulas di Sinalunga (SI), Organista e membro della Cappella Musicale della Basilica di San Lorenzo (Firenze) diretta da Umberto Cerini e Direttore Musicale dell’Ensemble Etruria Barocca.
Ha inciso CD e DVD editi da Brilliant Classics, Classic Voice e si è esibito presso la Radio della Svizzera Italiana e la radio tedesca (Deutschlandfunk Kultur, MDR Kultur).

SIMONE STELLA

Nato a Firenze nel 1981, ha studiato pianoforte al Conservatorio Statale di Musica “Luigi Cherubini” di Firenze coi M.i Rosanita Racugno e Marco Vavolo; presso lo stesso istituto ha studiato organo e composizione organistica coi M.i Mariella Mochi e Alessandro Albenga. Ha inoltre compiuto studi di improvvisazione organistica a Cremona coi M.i Fausto Caporali e Stefano Rattini e di clavicembalo a Roma col M° Francesco Cera. Ha frequentato numerosi corsi di perfezionamento con M. i quali Ton Koopman, Luigi Ferdinando Tagliavini, Stefano Innocenti, Matteo Imbruno, Luca Scandali, Guy Bovet, Monica Henking, Ludger Lohmann, Klemens Schnorr, Michel Bouvard.
1° Premio assoluto alle edizioni 2004 e 2005 del Concorso Organistico giovanile “Alessandro Esposito” di Lucca e al 1° Concorso Organistico Internazionale “Agati- Tronci” di Pistoia (2008), Stella ha intrapreso un’intensa attività concertistica che lo ha portato ad esibirsi come solista e in varie formazioni cameristiche in Italia, Spagna e Paesi Bassi. Dal 2009 ha iniziato una brillante attività discografica solistica.
Tra le sue incisioni: Händel, Suites de pieces pour le clavecin (1720), 2 cd OnClassical, 2009; Buxtehude, Opere complete per clavicembalo, 4 cd Brilliant Classics, 2011; Buxtehude, Opere complete per organo, 6 cd Brilliant Classics, 2012; G. Boehm, Opere complete per clavicembalo e organo, 4 cd Brilliant Classics, 2013; Cherubini, Sonate per cimbalo, 1 cd Amadeus Rainbow, 2013; Reincken, Opere complete per clavicembalo ed organo, 3 cd Brilliant Classics, di prossima uscita. Attivo anche come compositore, ha pubblicato sue musiche per la casa editrice Armelin di Padova.
Terziario dei Servi di Santa Maria, Simone Stella è dal 2011 organista titolare degli storici organi nella Basilica Santuario della SS. Annunziata a Firenze, e dal 2012 anche presso la Chiesa di S. Maria Assunta alla Badia Fiorentina nella stessa città.

UMBERTO CERINI

Nasce a Firenze nel 1985. Si diploma brillantemente in organo e composizione or- ganistica nel 2008, presso il Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze, studiando privatamente coi maestri Massimo Niccolai e Francesco Rizzi. Sempre a Firenze consegue, nel 2009, il Diploma Accademico di I livello in clavicembalo col massimo dei voti e la lode, sotto la guida della professoressa Annaberta Conti, e nel 2011 il Diploma Accademico di II livello in clavicembalo (massimo dei voti e lode), sotto la guida del Mo. Alfonso Fedi. Si specializza infine in organo barocco col maestro Lorenzo Ghielmi, diplomandosi brillantemente nel 2012 presso l’Istituto di Musica Antica della Scuola Civica di Milano. Dal 2005 al 2007 ha studiato composizione con il Mo. Antonio Anichini presso l’IMP “Rinaldo Franci” di Siena.

Ha collaborato con importanti direttori nel campo della musica antica, quali Ottaviano Tenerani (Dixit Dominus di Händel, Firenze) e Alfonso Fedi (Il ritorno di Ulisse in patria di Monteverdi, Palazzo Pitti, Firenze). Nel 2012 partecipa alle selezioni per la formazione dell’Ensemble Orchestrale Giovanile della fondazione Pietà dei Turchini (Napoli), risultando vincitore della borsa di studio in qualità di organista. Tra il dicembre 2013 e il gennaio del 2014 dirige, come maestro al cembalo, Dido and Aeneas di Henry Purcell, eseguito anche all’Accademia Listz di Budapest. Nel 2014 consegue il secondo premio (primo premio non assegnato) al Concorso Organistico Internazionale “Elvira di Renna” (Faiano, SA) e nel 2017 riceve il Premio “Ada Cullino Marcori” per i suoi studi sulla musica organistica nella Firenze del ‘700. Ha collaborato con l’Ensemble “L’aura rilucente”, suonando nell’ambito del Festival di Ambronay e dei concerti organizzati dall’Accademia Bizantina (Ravenna).

Dal 1999 è organista della Chiesa di S. Maria a Peretola (FI) e, dal 2013, organista della chiesa di S. Giovanni Battista (chiesa dell’Autostrada del Sole). È stato organista della Cappella della Cattedrale di San Miniato (PI). Dal 2012, succedendo al Mo. Alfonso Fedi, è direttore del coro “Cantori di San Giovanni”, coi quali ha affrontato un ampio progetto di riscoperta e esecuzione della musica sacra della Firenze barocca, riaffermando così quel legame del coro con la città. Dal luglio del 2015 è Maestro di Cappella dell’Insigne Basilica Ambrosiana di San Lorenzo (Firenze). È Vicedirettore dell’Istituto Diocesano di Musica Sacra dell’Arcidiocesi di Firenze, presso il quale è docente di organo, armonia, canto gregoriano, clavicembalo e basso continuo. Svolge il Dottorato di ricerca in Storia delle Arti e dello Spettacolo presso l’Università di Firenze.

FRANCESCA BIZZARRI
Nasce a Montevarchi nel 1982. Dopo aver intrapreso privatamente lo studio del flauto traverso col M° Bice Colesanti, consegue nel 2007 il diploma in Flauto presso l’Istituto Pareggiato Rinaldo Franci di Siena. Successivamente frequenta corsi di perfezionamento di flauto col M° Michele Marasco e di ottavino col M° Nicola Mazzanti.
Come flautista dal 2010 svolge regolare attività didattica in scuole private e pubbliche (docente di flauto presso le scuole medie a indirizzo musicale). Nell’anno accademico 2012/2013 ha frequentato con profitto il tirocinio in flauto traverso presso la classe del M° Paolo Zampini. Dal 2011 al 2013 ha frequentato il Biennio specialistico di “Musica Vocale da Camera” presso il Conservatorio Luigi Cherubini di Firenze, sotto la guida del M° Leonardo de Lisi, e ha conseguito brillantemente il Diploma Accademico di Secondo Livello nel febbraio del 2014, con una tesi e un recital (con chitarra) dedicati alla Folksong inglese e spagnola, incentrati su musiche di Britten, Duarte, Rodrigo e Palomo. Ha frequentato numerosi stages di Canto e Vocalità barocca con il soprano Jill Feldmann e col controtenore Kai Wessel (presso Accademia Europea di Musica e Arte di Montepulciano, settembre 2013). Ha conseguito quindi il Diploma Accademico di I Livello in Canto Rinascimentale e Barocco presso il Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze sotto la guida di Patrizia Vaccari.
Ha affrontato lo studio del repertorio contemporaneo approfondendone l’approccio stilistico e la tecnica con il soprano Francesca Della Monica. Ha fatto parte del coro “La Corte di Orfeo”, diretto dal M° Valerio del Piccolo, col quale ha affrontato prevalentemente repertorio medievale, rinascimentale e contemporaneo. Ha eseguito inoltre l’oratorio Jephte di Carissimi, nel ruolo della Filia.
Nel Febbraio 2013 è entrata a far parte della Cappella Musicale della Cattedrale di San Miniato (PI) diretta dal M° Carlo Fermalvento. Collabora stabilmente col coro “Cantori di San Giovanni” (attuale Cappella Musicale della Basilica di San Lorenzo di Firenze), diretto dal M° Umberto Cerini, col quale ha eseguito musiche inedite del barocco fiorentino (lavori di compositori quali Pietro Sanmartini, Giovanni Maria Pagliardi e Charles-Antoine Campion) tra le quali la prima esecuzione italiana in tempi moderni del “Dixit Dominus” per soprano, coro e basso continuo del giovane Luigi Cherubini. Diretta dal M° Raffaele Puccianti ha cantato con Opera Polifonica in molte occasioni, affrontando repertorio polifonico rinascimentale a cappella, e nel coro Harmonia Cantata, eseguendo, come soprano solista, la cantata BWV 61 di J.S.Bach. Ha cantato diretta dal M° Fabio Lombardo nel progetto “Bach Chorus” col quale ha eseguito il mottetto “Jesu Meine Freude” di J.S. Bach.
LINDA SCARAMELLI
Nasce a Pisa nel 1989. All’età di 11 anni intraprende lo studio del flauto traverso sotto la guida del M° Paolo Carosi e successivamente con il M° Roberto Pappalettere presso il Conservatorio di Musica “Giacomo Puccini” della Spezia.
Nel 2013 studia Canto Rinascimentale e Barocco al Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze sotto la guida del soprano Patrizia Vaccari, conseguendo il diploma accademico di I livello nel 2017.
Ha seguito Master Class sulla vocalità barocca con Jill Feldman, Alessandro Carmignani e in canto gregoriano con il M° Fulvio Rampi.
Ha partecipato a molteplici produzioni tra cui: Missa in illo tempore (C. Monteverdi), Missa Brevis (G.P. da Palestrina), Messa dell’Incoronazione K317 (W.A. Mozart), Requiem op.48 (G. Faurè), Gloria RV588, Magnificat RV610, Credo RV591 (A. Vivaldi), Carmina Burana (C. Orff).
È cofondatrice dell’Ensemble cameristico “I Bei Legami” dedicato allo studio filologico e all’esecuzione del repertorio europeo sacro e profano dei secoli XVI e XVII.
Attualmente studia Canto Lirico sotto la guida del M° Giovanni Dagnino presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali Luigi Boccherini di Lucca.