Atto Costitutivo della Fondazione

Registrato a Firenze il 28 febbraio 2018 al n. 6476 Serie 1T

N. 49.201 di repertorio N. 24.371 di raccolta Costituzione di fondazione.

 

REPUBBLICA ITALIANA

 

Il ventuno febbraio duemiladiciotto, in Firenze, via Masaccio n. 187, nel mio studio.
Avanti di me, Dr. Vincenzo Gunnella, notaio in Firenze, iscritto al Collegio Notarile dei Distretti Riuniti di Firenze, Pistoia e Prato, assistito dai testimoni:

  • Letizia Venturini, nata a Pelago il 27 agosto 1975, residente a Pelago, via Emilio Alessandrini n.2/A; e
  • Nicola Pierpaoli, nato a Firenze il 19 settembre 1974, domiciliato in Firenze, Piazzale Donatello n. 3,

 

sono presenti:

 

  • MARCORI Roberto, imprenditore, nato a Firenze il giorno 5 gennaio 1951, residente a Firenze, viale Bernardo Segni n. 17, codice fiscale MRC RRT 51A05 D612G;
  • CECCUTI Cosimo, docente universitario, nato a Firenze il giorno 9 giugno 1944, residente a Firenze, via del Pian dei Giullari n. 129, codice fiscale CCC CSM 44H09 D612J;
  • MANCINI Marcello, pensionato, nato a Firenze il giorno 14 maggio 1951, residente a Milano, viale L. Majno n. 8, codice fiscale MNC MCL 51E14 D612R;
  • ROSSI Gabriele, avvocato, nato a Firenze il giorno 4 aprile 1973, residente a Firenze, via dei Villani n. 40, codice fiscale RSS GRL 73D04 D612T; e
  • RIGON Beatrice, insegnante, nata a Montagnana il giorno 7 giugno 1955, residente a Firenze, via Pietro Toselli n. 81/B, codice fiscale RGN BRC 55H47 F394B.

 

I comparenti, della cui identità personale sono certo, mi richiedono di ricevere il presente atto dal quale risulti quanto segue:

 

1)
E’ costituita per iniziativa del signor MARCORI Roberto una fondazione, ai

sensi degli artt. 14 e seguenti del Codice Civile e del D.Lgs. 460 del 4 dicembre 1997, denominata:

“FONDAZIONE ADA CULLINO MARCORI – ORGANIZZAZIONE NON LUCRATIVA DI UTILITA’ SOCIALE”

2)
La Fondazione ha sede in Firenze, Viale Segni n. 17.
3)
La Fondazione non ha scopo di lucro e persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale operando come ente non commerciale, ai sensi delle normative statali e regionali in materia ed in maniera indipendente, apolitica e apartitica.
Essa intende operare nei settori dell’assistenza sociale, della beneficenza e della tutela, promozione della cultura e valorizzazione delle cose d’interesse artistico e storico di cui alla legge 1^ giugno 1939, n. 1089 così come definiti ai sensi dell’art. 10, comma 1, lettera a) del Decreto Legislativo 4 dicembre 1997, n. 460.
In particolare, la Fondazione si propone di perseguire i seguenti scopi istituzionali:
  • promuovere, istituire, sviluppare e realizzare iniziative, ricerche, studi, pubblicazioni, premi – tra cui il Premio Firenze – Ada Cullino Marcori presso la Fondazione Spadolini Nuova Antologia – borse di studio, mostre, convegni, incontri e seminari, contribuendo anche ad iniziative promosse da altri enti e istituzioni;
  • conservare, diffondere e tramandare il patrimonio culturale, artistico, storico e scientifico di Firenze, della Toscana o nazionale in genere, anche mediante acquisizione, gestione e restauro di beni di interesse storico, artistico, archeologico ed archivistico, organizzazione di mostre e concerti;
  • gestire, promuovere ed eventualmente ampliare l’esposizione permanente Ada Cullino Marcori presso i locali della Fondazione Spadolini Nuova Antologia in Firenze;
  • promuovere, organizzare, gestire e realizzare programmi di intervento afferenti al Mamma Ada Centre in Azhgiamandapam- Mulagumoodu (Tamil Nadu – India) o ad altri centri o strutture aventi finalità affini e/o similari, anche mediante erogazione di contributi economici finalizzati alla assistenza ed alla promozione dell’istruzione e della formazione personale e professionale dei giovani in condizioni economiche, sociali o familiari disagiate, nonché all’eventuale finanziamento di premi e/o borse di studio promossi e/o organizzati dal Mamma Ada Centre (tra cui a titolo esemplificativo e non esaustivo il premio “MAA”) e/o dalle suddette strutture in favore di coloro che tra quest’ultimi si distinguano particolarmente;
  • erogare contributi economici in favore di Istituti di assistenza per anziani.

 

4)
A costituire il patrimonio iniziale della Fondazione, il Fondatore assegna alla stessa, la somma di euro 80.000 (ottantamila) portata da un assegno circolare emesso da ISTITUTO CENTRALE DELLE BANCHE POPOLARI ITALIANE in data 19 febbraio 2018 n. 5300848947-04, somma che viene affidata in custodia a me notaio, affinché ne prenda nota nel registro delle somme e valori, con mandato irrevocabile di metterla a disposizione degli organi della Fondazione, a iscrizione avvenuta, ovvero di restituirla al fondatore medesimo, nel caso in cui l’iscrizione nel Registro Prefettizio venga definitivamente negata.
Detta somma viene destinata, quanto ad euro 32.000 (trentaduemila) al “fondo di dotazione” e quanto ad euro 48.000 (quarantottomila) al “fondo di gestione”.

 

5)
Gli organi della Fondazione sono:

  • il Consiglio di Amministrazione;
  • il Segretario Generale, se nominato;
  • il Comitato Scientifico, se nominato;
  • il Collegio dei Revisori, se nominato.

 

6)
La Fondazione sarà regolata dallo Statuto che i comparenti mi presentano già redatto e che, previa lettura da me datane ai comparenti ed approvazione dei medesimi, qui allego sub “A”, firmato come per legge.

 

7)
Il dr. Roberto Marcori, in qualità di Fondatore, dispone che il Consiglio di Amministrazione sia composto, come previsto dall’articolo 8 dello statuto, da cinque membri che nomina, con durata a tempo indeterminato, nelle persone dei sopra generalizzati:

  • MARCORI Roberto;
  • CECCUTI Cosimo;
  • MANCINI Marcello;
  • ROSSI Gabriele; e
  • RIGON Beatrice;

che presenti, accettano;
vengono nominati alla carica di Presidente il sig. MARCORI Roberto e alla carica di Vice-Presidente la signora RIGON Beatrice, che accettano.

 

8)
I nominati Presidente e Vice-Presidente del Consiglio di Amministrazione vengono delegati, disgiuntamente tra loro, a compiere tutte le pratiche necessarie per ottenere il riconoscimento della Fondazione, nonché ad apportare al presente atto e all’allegato statuto, tutte le modifiche soppressioni ed aggiunte che venissero eventualmente richieste a tal fine dalle competenti autorità.
Nel caso in cui fosse definitivamente negato il riconoscimento della Fondazione, il presente atto rimarrà assolutamente privo di effetti.

 

9)
Le spese di questo atto e conseguenti sono a carico del Fondatore, che richiede la registrazione del presente atto avvalendosi delle agevolazioni in materia di imposta di registro ai sensi dell’art. 11-bis della tariffa allegata al D.P.R. n. 131 del 1968.
Questo atto, scritto parte da persona di mia fiducia e parte di mia mano, da me letto, presenti i testi, ai comparenti, che lo dichiarano conforme alla volontà espressami ed approvano, occupa sei pagine e parte della settima di due fogli e viene sottoscritto alle ore dodici e minuti quaranta.
F.ti: Roberto Marcori – Cosimo Ceccuti – Marcello Mancini – Gabriele Rossi – Beatrice Rigon – Letizia Venturini teste – Nicola Pierpaoli – DR. VINCENZO GUNNELLA NOTAIO