Cantantibus Organis Estate 2019

Ancora una volta la nostra Pieve di Barberino accoglie con gioia la musica che ci viene offerta dalla Rassegna “Cantantibus Organis”. Non è mai troppo grande il ringraziamento che rivolgo alla Fondazione Ada Cullino Marcori, ed in particolare al Presidente Roberto Marcori; con il suo impegno Roberto continua a rendere possibile questo momento di cultura nella nostra chiesa e nel nostro territorio, iniziativa di grande interesse che certamente arricchisce il nostro tessuto sociale. “Cantantibus Organis” ormai non è più cosa per pochi amanti della musica, ma sta diventando un appuntamento tradizionale che sempre più attira un pubblico numeroso, costituito non soltanto dagli abitanti di Barberino. Si sta dunque facendo qualcosa di importante che va oltre il diletto musicale, un qualcosa di spessore che certamente si addice alla memoria della cara Mamma Ada.
È anche grazie al valore della proposta artistica che la Rassegna sta attirando l’attenzione di molti.
Quest’anno il primo appuntamento sarà per il 15 giugno alle ore 21.00. Il violino di Antonio De Sarlo e l’organo di Umberto Cerini ci faranno ascoltare, accanto ad alcuni capolavori della musica violinista antica (pagine di Fontana e Corelli), sonate inedite dei violinisti Martino Bitti e Giuseppe Maria Fanfani, ambedue attivi nella Firenze granducale negli ultimi anni del governo mediceo.
Il secondo concerto, invece, è frutto della collaborazione con la rassegna fiorentina In Caelestes Thesauros (che si svolge nella Basilica di San Lorenzo) e con l’Istituto Diocesano di Musica Sacra. Ospiteremo infatti il concerto LOBET DEN HERRN, concerto che giunge al termine della seconda edizione del percorso formativo Der Geist von Bach, incentrata sullo studio delle composizioni di diversi avi di Johann Sebastian Bach, raffinati musicisti.
Sarà l’occasione per ascoltare festanti pagine corali, che, con gioia, chiuderanno questa settima edizione di Cantantibus Organis.

Il Pievano
Don Stefano Ulivi

PROGRAMMA

Sabato 15 giugno 2019 – ore 21.00

L’ARCO MEDICEO

Sonate di Chiesa nella Firenze granducale

 

ANTONIO DE SARLO, violino
UMBERTO CERINI, organo

 

Musiche di F. Fontana, A. Corelli, M. Bitti, G.M. Fanfani, F.M. Veracini

Martedì 25 giugno 2019 – ore 21.00

LOBET DEN HERRN

Motteti della famiglia Bach

Concerto a conclusione della seconda edizione del percorso formativo Der Geist von Bach

 

CANTORI “DER GEIST VON BACH” ENSEMBLE “LILIUM CANTORES” DIMITRI BETTI, organo

GABRIELE BRACCI, violoncello

DON STEFANO ULIVI, organo solo

UMBERTO CERINI, Direttore

I MUSICISTI
ANTONIO DE SARLO

Antonio De SarloNato a Firenze, Antonio De Sarlo compie la sua formazione in violino presso la Scuola di Musica di Fiesole, dove si avvicina alla prassi storica lavorando con Giuliano Carmignola e Riccardo Minasi. Nel 2012 intraprende gli studi di violino barocco sotto la guida di Richard Gwilt a Colonia, partecipando allo stesso tempo alle attività dell’Orchestra barocca dell’Unione Europea e a numerose masterclass tenute da Chiara Banchini, Amandine Beyer, Bernhard Forck, Enrico Gatti, Mechtild Karkow, Stefano Montanari, Rachel Podger, Susanne Scholz. Conseguito il titolo di Master of Music, si perfeziona a Friburgo in Brisgovia con Gottfried von der Goltz.
È attivo come spalla d’orchestra di prestigiosi complessi continentali come la tedesca Kölner Akademie, le francesi Capella Sacra e Propitia Sydera, l’italiana Coin du Roi, e collabora abitualmente con Concerto Romano, Helsinki Baroque Orchestra, L’Arte del Mondo et al. Con l’ensemble Paper Kite ha vinto la quattordicesima edizione del concorso Biagio Marini e il secondo premio alla terza edizione del premio Selifa.
Nel 2017 è stato pubblicato da Coviello Classics il primo disco del gruppo, “Felice un Tempo”.
È inoltre laureato con lode in filosofia presso l’Università degli studi di Firenze.

UMBERTO CERINI

Umberto CeriniUmberto Cerini nasce a Firenze nel 1985. Si diploma brillantemente in organo e composizione organistica nel 2008, presso il Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze. Sempre a Firenze consegue, nel 2009, il Diploma Accademico di I livello in clavicembalo con il massimo dei voti e la lode, sotto la guida della professoressa Annaberta Conti, e nel 2011 il Diploma Accademico di II livello in clavicembalo (massimo dei voti e lode), sotto la guida del m° Alfonso Fedi. Si specializza infine in organo barocco con il maestro Lorenzo Ghielmi, diplomandosi brillantemente nel 2012 presso l’Istituto di Musica Antica della Scuola Civica di Milano. Nel 2012 partecipa alle selezioni per la formazione dell’Ensemble Orchestrale Giovanile della fondazione Pietà dei Turchini (Napoli), risultando vincitore della borsa di studio in qualità di organista. Tra il dicembre 2013 e il gennaio del 2014 dirige, come maestro al cembalo, Dido and Aeneas di Henry Purcell, eseguito anche all’Accademia Listz di Budapest. Nel 2014 consegue il secondo premio (primo premio non assegnato) al Concorso Organistico Internazionale “Elvira di Renna” (Faiano, SA) e nel 2017 riceve il Premio “Firenze Ada Cullino Marcori” per i suoi studi sulla musica organistica nella Firenze del ‘700.
Ha collaborato con l’Ensemble “L’aura rilucente”, suonando nell’ambito del Festival di Ambronay (Francia) e dei concerti organizzati dall’Accademia Bizantina (Ravenna). Dal 2012, succedendo al m° Alfonso Fedi, è direttore del coro “Cantori di San Giovanni”, con i quali ha affrontato un ampio progetto di riscoperta e esecuzione della musica sacra della Firenze barocca: da questa attività è nato un lavoro di ricerca musicologia a più ampio raggio, che ha toccato diversi aspetti della musica fiorentina dei secoli passati.
Dal luglio del 2015 è Maestro di Cappella dell’Insigne Basilica Ambrosiana di San Lorenzo (Firenze). È Vicedirettore dell’Istituto Diocesano di Musica Sacra dell’Arcidiocesi di Firenze, presso il quale è docente di organo, armonia, canto gregoriano, clavicembalo e basso continuo. Dirige il coro della Scuola di Musica “T. Mabellini” di Pistoia. Svolge il Dottorato di Ricerca in Storia della Arti e dello Spettacolo presso l’Università di Firenze, lavorando ad un progetto sulla musica sacra fiorentina tra Seicento e Settecento.

DON STEFANO ULIVI
Don Stefano UliviIl m° Don Stefano Ulivi, sacerdote della diocesi di Firenze dal 1987, è stato nominato canonico della Basilica di San Lorenzo nel 2017.
Diplomatosi in organo e composizione organistica nel 1989 sotto la guida del m° Roberto Pichini ha seguito corsi di perfezionamento col m° Attilio Baronti dal 1990 al 1993 presso l’Istituto Diocesano di Musica Sacra di Firenze del quale è stato poi nominato direttore dal 2002 al 2014.
Ha eseguito diversi concerti nelle chiese di Firenze anche come accompagnatore di strumenti solisti. Si ricorda l’integrale delle “Sonate da Chiesa” di W. A. Mozart nell’anno 2000.
Adesso svolge il suo ministero sacerdotale come parroco dell’Unità Pastorale di Barberino di Mugello dove organizza, con il prezioso aiuto della “Fondazione Ada Cullino Marcori” e i “Cantori di S. Giovanni”, sotto la guida del m° Umberto Cerini, la rassegna concertistica “Cantantibus Organis” anche come esecutore.