Cantantibus Organis Inverno 2019

Questa nuova edizione di Cantantibus Organis ha come ospite principale la Cappella Musicale della Basilica di San Lorenzo di Firenze che sarà presente non solo nel tradizionale appuntamento degli auguri natalizi, ma anche in un grande concerto il 7 dicembre, nel quale saranno presenti sia il coro che l’orchestra della Cappella Musicale insieme ai cantori dell’Ensemble Capriccio Armonico.

Un serata di grande musica sacra, incentrata sulla musica di G.F. Händel: sarà infatti eseguito il meraviglioso Utrecht Te Deum in una versione in lingua latina conservata manoscritta presso il Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze. Un evento di grande spessore, che rinnova il sodalizio con la Rassegna In Caelestes thesauros che si svolge nella basilica laurenziana.

Saranno ancora con noi i cantori della Cappella Musicale di San Lorenzo per il concerto degli auguri natalizi, che vedrà l’esecuzione di musiche della tradizione, con particolare attenzione alle particolarità di alcune pagine organistiche siciliane, eseguite dall’organista Lucia Geraci, originaria dell’isola.

PROGRAMMA

Sabato 7 dicembre 2019 – ore 21.15

LAUDAMUS

Musica sacra a Firenze tra Medici e Lorena

 

CAPPELLA MUSICALE DELLA BASILICA DI SAN LORENZO
ENSAMBLE “CAPRICCIO ARMONICO”
ORCHESTRA DELLA CAPPELLA MUSICALE DELLA BASILICA DI SAN LORENZO
RICCARDO TORRICELLI
, organo solo
UMBERTO CERINI, direttore

 

Musiche di G.A. Perti, G.F. Händel

Sabato 21 dicembre 2019 – ore 18.00 S. Messa – ore 19.00 Concerto

NATALE NEL CANTO E ALL’ORGANO: TRADIZIONI D’ITALIA

 

LUCIA GERACI, organo solo

CAPPELLA MUSICALE DELLA BASILICA DI SAN LORENZO

RICCARDO TORRICELLI, organo solo

UMBERTO CERINI, direttore

 

Musiche di G.F. Händel, M. Da Gagliano, P. Altieri, B. Storace, Mons. L. Sessa

I MUSICISTI
UMBERTO CERINI

Umberto CeriniUmberto Cerini nasce a Firenze nel 1985. Si diploma brillantemente in organo e composizione organistica nel 2008, presso il Conservatorio “Luigi Cherubini” di Firenze. Sempre a Firenze consegue, nel 2009, il Diploma Accademico di I livello in clavicembalo con il massimo dei voti e la lode, sotto la guida della professoressa Annaberta Conti, e nel 2011 il Diploma Accademico di II livello in clavicembalo (massimo dei voti e lode), sotto la guida del m° Alfonso Fedi. Si specializza infine in organo barocco con il maestro Lorenzo Ghielmi, diplomandosi brillantemente nel 2012 presso l’Istituto di Musica Antica della Scuola Civica di Milano. Nel 2012 partecipa alle selezioni per la formazione dell’Ensemble Orchestrale Giovanile della fondazione Pietà dei Turchini (Napoli), risultando vincitore della borsa di studio in qualità di organista. Tra il dicembre 2013 e il gennaio del 2014 dirige, come maestro al cembalo, Dido and Aeneas di Henry Purcell, eseguito anche all’Accademia Listz di Budapest. Nel 2014 consegue il secondo premio (primo premio non assegnato) al Concorso Organistico Internazionale “Elvira di Renna” (Faiano, SA) e nel 2017 riceve il Premio “Firenze Ada Cullino Marcori” per i suoi studi sulla musica organistica nella Firenze del ‘700.
Ha collaborato con l’Ensemble “L’aura rilucente”, suonando nell’ambito del Festival di Ambronay (Francia) e dei concerti organizzati dall’Accademia Bizantina (Ravenna). Dal 2012, succedendo al m° Alfonso Fedi, è direttore del coro “Cantori di San Giovanni”, con i quali ha affrontato un ampio progetto di riscoperta e esecuzione della musica sacra della Firenze barocca: da questa attività è nato un lavoro di ricerca musicologia a più ampio raggio, che ha toccato diversi aspetti della musica fiorentina dei secoli passati.
Dal luglio del 2015 è Maestro di Cappella dell’Insigne Basilica Ambrosiana di San Lorenzo (Firenze). È Vicedirettore dell’Istituto Diocesano di Musica Sacra dell’Arcidiocesi di Firenze, presso il quale è docente di organo, armonia, canto gregoriano, clavicembalo e basso continuo. Dirige il coro della Scuola di Musica “T. Mabellini” di Pistoia. Svolge il Dottorato di Ricerca in Storia della Arti e dello Spettacolo presso l’Università di Firenze, lavorando ad un progetto sulla musica sacra fiorentina tra Seicento e Settecento.